Pioli: “Vogliamo tornare a vincere, troppe critiche dopo la Roma. Mercato? Ne parleremo durante la sosta”

Così Pioli in conferenza stampa alla vigilia della gara contro i ciociari:

“Il Frosinone ha sofferto all’inizio il salto di categoria, nelle ultime settimane ha trovato equilibri e convinzione, troveremo una squadra molto motivata che ci creerà delle difficoltà.

I mancati gol dei subentranti? Ho sempre creduto e credo tuttora che è importante non sbagliare la formazione iniziale, ma sono importanti anche i giocatori che entrano dalla panchina. Mercato? Abbiamo una partita importante domani, poi ci sarà la sosta e ci sarà modo di parlare di altre situazioni.

Quando vedremo il vero Pjaca? Credo presto. E’ un giocatore di qualità che va aspettato, da un punto di vista fisico sta tornando ai suoi livelli. Vuole e può dare di più. Chiesa centravanti? Credo che Federico sia un attaccante esterno che può e deve accentrarsi nei momenti giusti, l’azione che abbiamo sprecato per il 2-0 con la Roma è quella in cui può esaltarsi e in cui può determinare, specialmente partendo da sinistra.

Nelle ultime due gare abbiamo fatto ottime partite dal punto di vista caratteriale contro squadre forti. Possiamo migliorare sul piano del gioco, questo sì. Ma non ho sentito nessuno criticare il Napoli perchè ha pareggiato in casa con la Roma. Cerchiamo di capire dove sta il nostro livello e dove stano le altre, fermo restando che abbiamo la possibilità di fare meglio sul piano della qualità. Ma sul piano caratteriale ci sono state risposte importanti contro Torino e Roma. La vittoria ci manca, siamo ambiziosi e vogliamo tornare a vincere domani.

Colloqui con Simeone? Tutti i giocatori hanno bisogno di confrontarsi ed essere stimolati. Però con la Roma è stata una prestazione positiva, simili a quelle dell’anno scorso, e sicuramente migliore di quelle precedenti. Ha avuto due ottime occasioni, sulla prima si è conquistato il rigore e sulla seconda non è riuscito a sfruttarla, ma ha lavorato per la squadra. Lui deve continuare a lavorare senza assilli e tornerà a segnare sicuramente.

La rosa è tutta a disposizione tranne Thereau che non ha recuperato dall’affaticamento muscolare.

La mia 50esima con la Fiorentina? Di solito le cifre tonde non mi portano bene… (ride, ndr) Però spero di essere solo all’inizio di una lunga avventura alla Fiorentina.

I ritardi al Tas? Per me la vicenda Europa è finita a luglio e mi preoccupo a provare a riconquistarla sul campo. Chi dice che sono un uomo solo e poco supportato dalla società non dice la verità, mi è stato garantito che è stato fatto tutto il possibile e se anche la mail non fosse arrivata in ritardo, sarebbe cambiato poco e nulla.

Il gesto di Mourinho? Forse l’aveva preparata, non lo so. Bisogna trovarsi in certe situazioni per poterle giudicare”.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies