Abisso fermato per un mese. Confronto Marotta-arbitri-VAR dopo la Fiorentina

Il fischietto di Palermo non arbitrerà per un mese in seguito alla gara tra Fiorentina e Inter

Ha ricevuto diverse testimonianze di vicinanza: affetti familiari, colleghi ed ex della sezione di Palermo. Una notte particolarmente agitata per Rosario Abisso, come capita sempre dopo le partite in notturna (l’adrenalina gioca brutti scherzi anche ai giocatori). Le immagini che tornano in mente, la tentazione di non cedere all’evidenza: quel rigore non si doveva dare, glielo ha detto nello spogliatoio anche il vice di Rizzoli, Gabriele Gava, dopo aver sperato in tribuna, auricolari nelle orecchie (tutti i commissari della CAN sono collegati con arbitro e VAR per ascoltare le comunicazioni), che cambiasse anche l’ultima revisione. Come riporta Il Corriere dello Sportun mese per l’arbitro di Fiorentina-Inter(che ieri, via social, ha subito la ferocia dei tifosi, minacciato pesantemente anche di morte). Un mese e sarebbe strano il contrario, visto che l’errore ha scatenato le ire dell’Inter (Marotta nel dopo partita ha avuto un confronto con la squadra arbitro-VAR-vice commissario proprio mentre discutevano su quel rigore che non si doveva dare) e ha fatto rumore anche fuori dall’Italia. Insomma, riproporlo subito sarebbe deleterio soprattutto per l’arbitro.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies