Fiorentina: dal sogno Europa all'incubo retrocessione

Su "La Repubblica" analisi e numeri di una stagione incredibile

Mancano due giornate. E menomale, verrebbe da dire. Per i più potrebbe sembrare quasi incredibile pensare che a 180′ dal termine del campionato la Fiorentina non sia addirittura nemmeno sicura della salvezza matematica: questa mattina La Repubblica ripercorre le tappe di una stagione partita bene ma conclusa malissimo. Ripartiamo da qui: un girone fa Chiesa gonfiava la rete di San Siro e i viola erano in lizza addirittura per la zona Champions, pur non giocando bene e dipendendo dal proprio gioiello. Sembra così lontano quel tempo, tanto che oggi siamo a commentare la sesta sconfitta in sette gare e un Empoli che addirittura comincia a far tenere col fiato sospeso qualcuno. Manca un punto ancora, almeno per salvare una faccia che in questo momento non c’è più: fra contestazioni e mortificazione per l’ultimo arrivato Montella e per i giocatori, passati mentalmente dal lottare per un posto in Europa al guardarsi le spalle dalla zona rossa. Cinque mesi senza vittorie in casa, ultimo successo a febbraio con la Spal. Due acuti nell’intero girone di ritorno, di cui uno al giro di boa contro un Chievo spacciato, 17 punti in meno rispetto alla scorsa stagione. I viola hanno saputo fare peggio soltanto in due occasioni: nel 2004/’05 si salvarono all’ultima giornata, nel 2001/’02, gestione Cecchi Gori, sappiamo tutti com’è andata…



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies