Pradè: "Llorente ci piace. Anche Boateng. De Paul? Non possiamo, costa troppo. Pezzella-Chiesa? Nessun problema"

Daniele Pradè ha parlato ai microfoni di Sportitalia dopo il sorteggio del calendario della Serie A 2019/20: “Per noi la tourneé è stata una bella esperienza, i tifosi americani ci hanno accolto benissimo. In questo mese abbiamo lavorato anche per capire cosa c’era nella rosa. Adesso siamo in tanti, siamo in 40 ad allenarci, bisogna sfoltire. Al tifoso abbiamo chiesto pazienza, vogliamo fare le cose fatte per bene e per fare le cose per bene servono serenità e tranquillità. In questo momento fare una lista per noi è difficile, le liste devono essere precise”.

Ha poi continuato: “Chiesa? Possiamo mettere la parola fine, il Presidente Commisso è stato molto chiaro, ripartiamo da lui. La proprietà vuole dare una dimostrazione di forza ai tifosi. Se è rimasto con la testa giusta? Si vuole divertire, vuole fare bene il proprio lavoro, per cui sono convinto che sarà un valore aggiunto per noi. Obiettivo Europa League? Quest’anno è sbagliato parlare di obiettivi sportivi, adesso dobbiamo limitarci a parlare di crescita. Boateng e Lirola? Sono due giocatori che ci piacciono, come ce ne piacciono tanti altri. Llorente? Un nome spendibile. De Paul? Non è da prendere nemmeno in considerazione in questo momento, l’Udinese o lo terrà o lo venderà a caro prezzo. Pezzella? Non abbiamo mai avuto nessuna richiesta, e noi su di lui non abbiamo mai avuto nessun dubbio”.




Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies