Montella: "Moena mi servirà per capire chi è utile alla mia idea di calcio"

"Usa? Sinceramente avrei preferito restare qui due settimane"

Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella ha preso parte alla conferenza stampa di presentazione del ritiro di Moena della squadra viola:

“E’ la mia seconda volta qui a Moena e rispetto al passato ci sono state tante migliorie nel centro sportivo. Voglio ringraziare e complimentarmi con l’organizzazione per le strutture e gli strumenti che ci sono stati messi a disposizione. Penso al campo centrale, alle strutture, gli spogliatoi. Mi sento a mio agio per le strade di Moena nonostante non sia più un calciatore. Ci sono tutte le condizioni per lavorare bene. Ringrazio e faccio ancora i complimenti per l’organizzazione con la speranza di rivedersi nei prossimi anni.


Già nei mesi scorsi abbiamo detto che volevamo ripartire e azzerare tutto. Bisogna esser bravi a capire che certi cicli ormai erano da chiudere. Io sono qui per mettermi a disposizione del nuovo progetto o meglio un percorso. Il Direttore Sportivo Pradè ci ha detto di avere pazienza e che costruirà una squadra forte. Serve pazienza da parte di tutti, me compreso.

I terreni di gioco del centro sono stati migliorati molto. Gli spogliatoi sono stati allargati. Sarebbe bello avere a disposizione un secondo campo d’allenamento principale ma so che è in programma per il futuro e spero di poterlo sfruttare.


L’idea di gioco c’è, adesso serve capire chi è idoneo o meno al progetto tecnico che si vuole portare avanti. Vogliamo capire chi tra i nostri giocatori può tornare utile in vista della stagione che verrà. Rispetto al passato sono cambiato e mi sento cresciuto professionalmente.

In vista della tournée americana avremo una lista di trenta giocatori. Ho già qualche idea e nei prossimi giorni mi toglierò gli ultimi dubbi. Personalmente avrei preferito rimanere qui per tutta la durata del ritiro e della preparazione per poter lavorare al meglio e allenarsi maggiormente. Capisco però allo stesso tempo anche la volontà della nuova proprietà che ci teneva a partecipare a questo torneo per il marchio, il brand e anche per poter vedere la squadra da vicino per qualche giorno”.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies