Fossi: “Stadio a Campi Bisenzio? Soluzione fast and easy”

Il sindaco Emiliano Fossi spiega perché non ci sarebbero problemi a realizzare il nuovo stadio della Fiorentina a Campi Bisenzio

Sono giorni caldi in casa Fiorentina per quanto riguarda il nuovo stadio. Dove potrebbe sorgere? Da non scartare l’ipotesi Campi Bisenzio. I 30 ettari lungo viale Allende, di proprietà della famiglia Casini, sono liberi e pronti per accogliere le strutture sportive: da un lato (a fianco di Villa Montalvo) la cittadella viola con la possibilità di realizzare fino a 12 campi da gioco per il settore giovanile, la squadra femminile e gli allenamenti della prima squadra, mentre sull’altro lato della strada lo stadio, moderno e funzionale. Su La Nazione troviamo le parole del sindaco di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi:

"Stadio a Campi? Soluzione fast and easy. Ci sono tutte le condizioni per farlo. I terreni in questione si trovano in un’area strategica vista la vicinanza con lo svincolo autostradale, siamo in una zona non residenziale e non è facile trovare nelle vicinanze un’area così vasta e libera da altre strutture. Si tratta, al momento, di terreni agricoli, ma abbiamo già individuato il percorso urbanistico per il cambio di destinazione d’uso dell’area da ‘parco urbano’ ad ‘attrezzature di interesse metropolitano’, quindi una destinazione capace di accogliere un centro sportivo ma anche uno stadio".

Fossi aggiunge che il tutto è in una fase molto avanzata e che verrà fatta la co-pianificazione con la regione entro questo mese visto che l’opzione d’acquisto dei terreni scadrà a ottobre. Se la trattativa andasse a buon fine, dal momento dello studio di fattibilità da parte della Fiorentina, i permessi potrebbero essere rilasciati solo in un tempo massimo di sei mesi.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies