Fiorentina punita dal Var: notte nera e piena di rabbia per Commisso

“La Fiorentina punita dal Var e da Immobile“: titola così La Nazione in riferimento alla sconfitta della Fiorentina contro la Lazio per 2-1:

C’è Rocco Commisso in tribuna. Dal blitz a Cesena (per le Women’s) al «Franchi». Firenze lo vede e lo applaude quando sbuca in tribuna vip. Volano baci, quelli che il patron lancia alla gente, e sorrisi, quelli dei tifosi. Ma ciò che conta di più è vincere. Provare a vincere. E sognare l’Europa. Ma la notte di Rocco rimane scura, nera e piena di rabbia. Peccato, andando subito al sodo, che la Fiorentina finisca ko per un episodio assolutamente dubbio con un fallo di Lukaku su Sottil non fischiato da Guida e non sentenziato anche dal Var. Lukaku che fa partire l’assist per Immobile che di testa piazza l’1-2 e di fatto manda la squadra viola all’inferno. Il fallo non c’era e la rete era da annullare. Inutile quindi l’episodio nel recupero, con Dragowski che para un rigore di Caceido, fischiato per un fallo di mano in area di Ranieri. La rabbia viola non diminuisce. Ma la sfida con la Lazio, polemica arbitrale a parte, lascia un segno anche per la stizza con cui Ribery ha dimostrato di non accettare la sostituzione quando Montella lo ha richiamato per fare spazio a Boateng. E’ stata la tv a raccontare il disappunto del francese, che prima fa capire chiaramente di non aver avuto alcuna voglia di uscire dalla bagarre e poi discute a lungo con il medico Pengue che cerca di tranquillizzarlo ma non ci riesce.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies