ommisso: “Lo stadio nuovo? Non aspetterò 7-8 annI"

Il centro sportivo è il primo regalo per Firenze

l patron viola Rocco Commisso ha parlato a “Sportweek Talk, lo sport visto dai protagonisti”, evento organizzato da La Gazzetta dello Sport alla Rinascente di Firenze. Ecco alcuni passaggi del n° 1 viola: “Ringrazio i tifosi che sono venuti in 1500 in trasferta. Avevo paura che non vincessimo mai quando ci sono io allo stadio, invece ce l’abbiamo fatta e sono contento perché le cose stanno andando bene. Il razzismo? Anche io sono stato un immigrato a New York e avendo subito io stesso qualche discriminazione, non posso accettare che questo sia fatto dai miei tifosi. Il centro sportivo è il mio primo regalo a Firenze, per ora stiamo sgomberando la zona, l’intenzione è iniziare a lavorare forte tra 9 mesi. Lo stadio? L’intenzione è farlo al più presto possibile, se non me lo lasciano fare fast non lo voglio fare, non posso aspettare 7-8 anni”.


Poi Commisso prosegue: “Obiettivo Europa? Abbiamo tutti voglia di vincere, ma dobbiamo avere pazienza. La squadra è stata fatta a settembre, poi abbiamo avuto sfortuna in qualche partita. Non voglio fare proclami, facciamo un passo per volta e vediamo dove arriviamo. Il calcio italiano? Al 99% l’ho trovato bellissimo, voglio aiutare a migliorare quell’1%”.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies