Verso Fiorentina-Roma: Chiesa a forte rischio, Castrovilli pienamente recuperato

A dare maggiormente pensiero al giocatore (e allo staff medico viola) sono nello specifico le condizioni della caviglia

Come riportato dal Corriere dello Sport-Stadio, le condizioni di Federico Chiesa preoccupano lo staff medico viola. Sfortunatamente, dal Centro Sportivo Davide Astori, filtrano sensazioni negative. I duri colpi alla caviglia e piede ricevuti contro l’Inter non sono stati assorbiti, proseguono le terapie del caso ed il lavoro differenziato. La speranza è quella di poterlo schierare contro la Roma. La decisione finale sarà presa oggi ma il rischio di forfait è concreto. Pienamente recuperato invece Gaetano Castrovilli, il centrocampista è abile ed arruolabile dopo il leggere fastidio accusato nei minuti finali di Fiorentina-Inter.

Anche La Nazione scrive di Federico Chiesa. Se durante la rifinitura in programma nel tardo pomeriggio dovesse essere aggregato al gruppo, le chance di vederlo in campo per la sfida con i giallorossi diventerebbero molte, in caso contrario tutto rimandato al 2020, quando nel giorno della Befana la Fiorentina sarà di scena a Bologna per la ripresa del campionato dopo la sosta. A dare maggiormente pensiero al giocatore (e allo staff medico viola) sono nello specifico le condizioni della caviglia, la parte più dolorante che ancora oggi non permette al classe ’97 di svolgere una seduta per intero. Sta invece molto meglio il piede sinistro, sul quale Chiesa ha ricevuto un sonoro pestone dopo appena dieci secondi dall’inizio della sfida contro l’Inter e che nelle ultime ore ha portato la Fiorentina a chiedere maggiore rispetto e tutela in campo per i propri tesserati da parte della terna arbitrale. Federico in ogni caso non demorde e nonostante una condizione incerta farà di tutto per essere in campo contro la Roma, visto che oltretutto il cronico problema all’adduttore in questi giorni gli sta dando tregua.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies