La Fiorentina si salva all’ultimo assalto: a Lecce con più serenità

“Cutrone salva la Fiorentina. Il Verona acciuffato al 96′“. Titola così La Gazzetta dello Sport sull’1-1 di ieri tra viola ed Hellas. Questa una parte dell’analisi di Luca Calamai: All’ultimo assalto la Fiorentina colleziona il dodicesimo pareggio in campionato con un assist di Chiesa e un tocco da bomber vero di Cutrone. La squadra viola non vince al Franchi da sei mesi esatti ma, punto dopo punto, si sta avvicinando a una faticosa salvezza. Passaggio atteso prima dell’inevitabile rivoluzione voluta da Rocco Commisso. A salvare la Fiorentina stavolta sono i due nuovi entrati, due giocatori che non stanno vivendo un momento facile. Chiesa, dopo la rete del pareggio, si è portato l’indice al naso invocando il silenzio. Un messaggio probabilmente indirizzato a chi lo ha criticato per le ultime prestazioni non proprio esaltanti e per il misterioso ritardo nel rinnovo del contratto. Anche Cutrone non ha certezze sulla sua permanenza in maglia viola, però ha segnato gli ultimi due gol su azione, merce rara per questa Fiorentina. Sia Chiesa che Cutrone dopo l’1-1 sono andati ad abbracciare Iachini che, nonostante stavolta li abbia fatti partire dalla panchina, li ha sempre difesi. C’è da dire anche che la squadra viola avrebbe probabilmente meritato anche un calcio di rigore per un tocco di braccio di Pessina su deviazione di Igor. Visto il metodo arbitrale degli ultimi tempi la scelta di Chioffi è a dir poco discutibile. (…). Grazie al pari di ieri la Fiorentina può affrontare con più serenità la trasferta di mercoledì a Lecce, altra tappa verso la salvezza



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies