Coppa Italia: la Fiorentina batte il Padova 2-1 e passa il turno ma quanta sofferenza

Di Venuti e Callejon i gol viola, nella ripresa il Padova accorcia con Santini e sfiora il pari con Nicastro. Posticipato il fischio d'inizio per due positivi tra i veneti

La Fiorentina batte il Padova, non senza sofferenza, e supera il terzo turno di Coppa Italia. La sfida del Franchi finisce 2-1 grazie ai gol di Venuti e Callejon, di Santini il gol del Padova, dopo che il fischio d’avvio della gara era stato posticipato di circa mezz’ora. Prima dell’orario d’inizio, le 17:00, molti giocatori del Padova erano infatti ancora in attesa del responso ai tamponi sostenuti in mattinata (in panchina l’allenatore Mandorlini ha potuto portare due sole riserve) visto che un membro dello staff medico e due calciatori sono risultati positivi al Coronavirus. Nel quarto turno di finale di coppa Italia, in programma il prossimo 25 novembre, i viola affronteranno l’Udinese che ha battuto il Vicenza

Per l’esordio in Coppa Italia Iachini cambia molti uomini ma non il modulo restando fedele al 352, poi si accomoda in tribuna vista la squalifica che gli impedisce di andare in panchina dove c’è il suo vice Carillo. Con Callejon schierato da seconda punta c’è Cutrone mentre tra gli altri titolari sono Quarta, Igor, Saponara, Duncan e Cutrone, oltre a Pulgar e Venuti. La gara si sblocca subito grazie alla fragilità difensiva dei veneti: sul cross di Saponara, deviato da un difensore, è Venuti il più lesto a girare in rete di testa. Callejon e Cutrone faticano a trovare la giusta sintonia ma nel primo tempo il Padova fa poco per interrompere il palleggio dei viola e con un tiro da fuori, alla mezz’ora, Callejon trova il primo gol in maglia viola grazie a una deviazione favorevole. Nell’intervallo Mandorlini cambia, inserisce Santini e Buglio e il primo riesce a riaprire la sfida con una bella rovesciata in mischia che batte Terracciano. Le prime sostituzioni di Iachini chiamano in causa Ribery e Kouame che sostituiscono Saponara e Cutrone, al suo ingresso in campo il francese prende anche la fascia da capitano di Milenkovic. E’ invece il Padova a sfiorare il clamoroso pareggio con Nicastro che colpisce il palo a Terracciano battuto. Duncan in contropiede libera Ribery al tiro ma il portiere respinge poi è ancora il Padova a sfiorare nuovamente il gol, nel recupero, con un colpo di testa di Nicastro sul quale Terracciano evita supplementari e figuraccia.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies