Il caos Nazionali, ora Milenkovic & C. rischiano una multa

Sei calciatori viola sono partiti nonostante la bolla imposta dalla Asl: la Fiorentina ha già denunciato tutto agli organi competenti

Su La Nazione si stamani si parla anche del caso dei calciatori che hanno risposto alle convocazioni delle Nazionali, nonostante l'isolamento fiduciario imposto dalla Asl di Firenze. "Nonostante il divieto stabilito dalla Asl nel quadro dell’emergenza Covid - si legge -alcuni giocatori della Fiorentina (ancora inseriti nella ’bolla’ per effetto della positività di Callejon) hanno risposto alle convocazioni delle rispettive Nazionali. Violando, di fatto, una disposizione sanitaria. Circostanza aggravata dal fatto che ci si trova in un periodo di pandemia. Il direttore sportivo Daniele Pradè ha spiegato che la società viola si è trovata ad essere un soggetto passivo in questa vicenda. Visto che esiste una circolare della Fifa che la obbligava a mettere a disposizione i propri tesserati convocati dalle Nazionali (tutti partiti con voli privati). La stessa società viola ha segnalato le partenze alla Asl e alla procura federale. I nazionali partiti sono Vlahovic e Milenkovic (Serbia), Quarta (Argentina), Pulgar (Cile), Caceres (Uruguay) e Amrabat (Marocco). La Asl si è riservata per prendere provvedimenti – che ancora non sono stati precisati – quando i giocatori viola faranno rientro a Firenze. 



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies