Giovanni Branchini (agente Cutrone) al Pentasport: "Se Patrick non ha giocato è per le scelte dei tecnici, non per il riscatto"

Nel Pentasport è intervenuto il procuratore dell'attaccante viola: "In tempi come quelli attuali qualsiasi accordo può essere ridiscusso"

L’agente Fifa, nonché agente di Patrick Cutrone, Giovanni Branchini, è intervenuto a il Pentasport in onda su Radio Bruno: "Patrick ha sempre dimostrato di essere pronto e determinato, anche giocando pochi minuti. La mancanza di continuità rende difficile la crescita di cui hanno bisogno gli attaccante della Fiorentina che possono rendere di più. Ho stima nel lavoro di Prandelli. Sono certo che farà giocare chi merita. Sono stanco di sentire discorsi legati al contratto e al riscatto. La gente parla senza sapere di cosa sta parlando." 

"Il contratto è stato stipulato prima della pandemia. Il giocatore ha una valutazione. Non vuol dire che non possono esserci trattative tra le parti per variare la formula dell’accordo. Ho rapporti regolari con la società, non ho mai avuto problemi. Gli allenatori devono prendere le decisioni migliori per la squadra. Le scelte fatte sono state prese su una base tecnica, ma non parliamo di cose che non esistono. Un club cerca sempre di far rendere al meglio un investimento. Patrick è stato cercato personalmente dal precedente allenatore, nello scorso campionato ha tolto qualche castagna dal fuoco. In questo campionato il tecnico ha fatto scelte diverse."



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies