Vlahovic in crisi, Cutrone scalpita: Prandelli riflette e attende gennaio

L'analisi sull'attacco viola sulle pagine de La Nazione

Sulle pagine sportive de La Nazione troviamo un focus dettagliato sull’attacco della Fiorentina. In Coppa Italia, all’ordine del giorno, sono mancati di nuovo i protagonisti del reparto difensivo viola, una situazione che Prandelli dovrà cercare di trasformare e su cui la società potrebbe intervenire nel corso del mercato di gennaio. Vlahovic è in crisi: il potenziale ma c’è ma per qualche ragione (condizione fisica? pressioni? momento di fragilità psicologica?) le reti non arrivano. Anzi, Vlahovic continua a sbagliare e a trascinarsi dietro paragoni ingombranti sui ’vecchi’ numeri 9 viola e il suo potenziale ancora inespresso. Roba da crisi di nervi. Il rapporto personale con Prandelli è migliore rispetto a quello vissuto con Iachini ma la Fiorentina potrebbe scegliere di andare oltre la sua astinenza.

Magari per tentare di sfruttare le motivazioni di Cutrone. La formula contrattuale con un riscatto che potrà scattare (o non scattare) in base alle presenze in campo ha sicuramente condizionato l’avventura in viola dell’attaccante rientrato in Italia dall’Inghilterra. Detto questo, al momento, la condizione di Cutrone sembra migliore rispetto a quelle dei compagni di reparto, come testimoniano l’assist e la prestazione di Udine. Nei ritagli di tempo che gli sono stati concessi ha sempre cercato la porta ed il dialogo con i compagni nella costruzione delle manovre d’attacco. Possibile che Prandelli tenti di sfruttare questi segnali già da domenica contro la sua ex squadra, il Milan. Infine Kouamé: l cambio di allenatore ha ridisegnato il ruolo dell’ex Genoa, da punta a esterno d’attacco. A Milano dovremmo rivederlo in quella posizione.



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies