Pradè dopo il k.o. con l'Udinese: "Momento delicato, forse non siamo strutturati per giocare ogni 3 giorni ma non buttiamo via quanto fatto di buono"

Le parole del direttore sportivo ieri nel dopo gara di Fiorentina-Udinese

Il DS della Fiorentina Daniele Pradé ha commentato ai microfoni del club la pesante sconfitta dei viola, battuti in casa per 4-0 dall'Udinese: "Ci dispiace molto per i tifosi, che ci hanno sorretto per tutta la cara. Ci dispiace anche per il presidente. Alla squadra non è facile sapere cosa dire, non abbiamo passato molti momenti così in questa stagione. Non ci siamo però dimenticati cosa dobbiamo fare. Abbiamo sempre proposto calcio e l'abbiamo fatto anche oggi: abbiamo battuto quattordici calci d'angolo, avremo battuto almeno undici punizioni nella loro metà campo. Abbiamo avuto subito due buone occasioni, una con Piatek ed una con Gonzalez. Ci abbiamo provato ma non siamo stati lucidi e l'abbiamo pagata contro giocatori forti, perché Deulofeu è un gran giocatore, ed oggi ci hanno fatto male".Questo è un momento un po' così, ci vuole forza, coraggio e lavorare sull'aspetto psicologico. 

Come si riparte adesso?
"Noi come società dobbiamo essere molto presenti in queste settimane e dare fiducia alla squadra ed al tecnico. Adesso abbiamo subito una partita importante per riscattarci. Forse non siamo ancora pronti mentalmente a giocare ogni tre giorni, ma adesso dobbiamo lottare per il nostro sogno, che è andare in Europa. Dobbiamo fare di tutto per arrivarci, sennò buttiamo il gran campionato fatto".



Condividi
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies



Lascia un commento
La funzionalità è stata disattivata perché si avvale di cookies (Maggiori informazioni)

Attiva i cookies